Libri tanto amati: Nicola Vacca e Cioran

Cioran

(Foto di Nicola Vacca)

Cioran lo porto sempre con me. In ogni suo libro trovo sempre la giusta amarezza per attraversare i giorni.
Tra tutti i suoi libri, quello che più mi è caro è L’inconveniente di essere nati.
Qui la libertà del suo pensare per paradossi trova la sintesi perfetta nella deflagrazione della parola.
Emil che dissacra l’esistenza senza avere alcun timore di essere scomodo e diretto.
Davanti a chi formula ricette magiche per un’ipotetica salvezza, da guastatore scomodo squarta ogni pensiero fino a mostrarne il suo scandalo dissacrante.
Tra i libri che ho amato e amo, L’inconveniente di essere nati occupa il primo posto.
Nelle pagine di Emil trovo sempre l’antidoto al veleno dei giorni. In questo suo libro, in modo particolare, ho sempre trovato una lucida parola di sconforto per tirare avanti in questo tempo amorale privo di presente e futuro.
«La mia visione dell’avvenire è così precisa che, se avessi dei figli, li strangolerei all’istante».
Non smetterò mai di amare e di leggere Cioran, porterò sempre con me il suo L’inconveniente di essere nati perché ogni parola mi ricorda con la giusta dose di terrore che ognuno espia il suo primo istante.
Ed è questa cruda consapevolezza che ogni giorno mi permette di aprire gli occhi e andare avanti con tutti i miei dubbi, i miei scetticismi e le mie immanenti perplessità, tatuandomi sulla pelle le parole più significative che Emil ha scritto in questo libro: «Ha convinzioni solo chi non ha approfondito niente».
Apro e chiudo le pagine de L’inconveniente di essere nati e ringrazio Emil Cioran per avermi insegnato che nessuno ha la verità in tasca.

***

Nicola Vacca è nato a Gioia del Colle, nel 1963, laureato in giurisprudenza. È scrittore, opinionista, critico letterario, collabora alle pagine culturali di quotidiani e riviste. È redattore della rivista «Satisfiction». Svolge, inoltre, un’intensa attività di operatore culturale, organizzando presentazioni ed eventi legati al mondo della poesia contemporanea. Ha pubblicato: Nel bene e nel male (Schena 1994), Frutto della passione (Manni 2000), La grazia di un pensiero (prefazione di Paolo Ruffilli, Pellicani 2002), Serena musica segreta (Manni 2003), Civiltà delle anime (Book editore2004), Incursioni nell’apparenza (prefazione di Sergio Zavoli Manni 2006), Ti ho dato tutte le stagioni (prefazione di Antonio Debenedetti Manni 2007) Frecce e pugnali (prefazione di Giordano Bruno Guerri, Edizioni Il Foglio 2008) Esperienza degli affanni (Edizioni il Foglio 2009), con Carlo Gambescia il pamphlet A destra per caso (Edizioni Il Foglio 2010), Serena felicità nell’istante (prefazione di Paolo Ruffilli, Edizioni Il Foglio 2010), Almeno un grammo di salvezza (Edizioni Il Foglio 2011), Mattanza dell’incanto (prefazione di Gian Ruggiero Manzoni, Marco Saya edizioni 2013), Sguardi dal Novecento (prefazione di Simone Gambacorta, Galaad Edizioni 2014), Luce nera (Marco Saya edizioni 2015).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...