Libri tanto amati: Elvio Calderoni e Tullio Avoledo

avoledo

Il libro di Tullio Avoledo L’anno dei dodici inverni (testo, purtroppo, assai raro) rimane per me, a distanza di anni dalla prima lettura, il più grande generatore di emozioni e di immagini che mi sia mai capitato di avere tra le mani. Ho ancora negli occhi (sì, negli occhi!)  il passo lento dei protagonisti, lo smarrimento e l’incredulità, gli sguardi e gli ambienti, l’intersecarsi mai artificioso delle epoche, un duello presente passato che è un invito a cena con il “se”. Con i rimpianti, con la teoria degli universi paralleli che diventa letteratura ad ogni angolo.

***

Elvio Calderoni nasce a Roma il 30 agosto del 1970. Insegna Lettere, organizza il Festival del Videocorto di Nettuno e scrive romanzi: Lasciamisenzafiato è stato il suo esordio, nel 2011, con Miraggi Edizioni. A cui hanno fatto seguito Volfango dipinto di blu, L’amore girato e, in uscita, Uno di due per Rapsodia Edizioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...