18519182_10212141370196953_1887199236_o

Con Roberto Saporito inauguriamo, oggi, una rubrica dedicata alle piccole (o grandi) biblioteche domestiche di scrittori, traduttori e critici.

Attraverso immagini e parole, i proprietari degli scaffali ci guideranno tra i loro tesori di carta.

***

Quando ho messo su casa la prima cosa che ho fatto è stata farmi costruire, da un abile falegname, una libreria, come la immaginavo da anni, nella stanza più importante e sulla parete più grande. Quando l’ho vista finita mi è venuto il forte dubbio che non ce l’avrei mai fatta a riempirla. Il problema è che sono (purtroppo? per fortuna?) un lettore forte, e nel giro di pochi anni ho dovuto farne costruire un’altra (che nel frattempo ho già riempito), infatti oggi leggo più eBook che libri cartacei, che, almeno, non “pesano”, anche in maniera pericola (ho spesso il terrore che possa cedere e sprofondare al piano di sotto), sui pavimenti della mia casa.

Tra i libri della mia libreria ci sono (tra gli altri) tutti quelli pubblicati (con l’autore in vita, i libri postumi, in generale, non mi sono mai piaciuti) da Charles Bukowski, Don DeLillo, Milan Kundera, Raymond Carver, J D Salinger, Philip Roth, Jay McInerney, Bret Easton Ellis, Douglas Coupland e Pier Vittorio Tondelli

Annunci