18698993_1518113104899509_1628283135_o

Poiché Nicola Vacca è, prima di tutto, un poeta, non poteva non celebrare i propri scaffali attraverso alcuni versi. Ecco, dunque, le rime dedicate alla sua libreria, perennemente assediata da pagine nuove.

***

La mia libreria

 

In disordine sparso tra i libri

inciampo nelle parole

come si cade nella vita.

Ogni giorno

è un assedio di pagine nuove

e io sono felice di essere l’assediato.

La mia libreria è una casa

che non finirò mai di arredare.

La forza di andare avanti

è nella bellezza di scaffali da riempire.

18697911_1518113118232841_1291052661_o

 

Annunci