Alexis Korner Blues Incorporated, R&B from the Marquee .jpg

Dal vivo, l’8 giugno 1962, nel club londinese poi divenuto celeberrimo, il cantante/chitarrista di origini austriache (Parigi 1928 – Londra 1984), dopo trascorsi giovanili dixieland e skiffle, con quest’album (DECCA, 1962) diventa l’artefice del blues inglese, senza il quale forse non esisterebbe il rock britannico. Korner esegue qui dodici brani, otto dei quali celebri cover da grandi blues afroamericani (Jimmy Whiterspoon, Leroy Carr, Muddy Waters, eccetera), gli altri composti da lui e dal braccio destro Cyril Davies alla voce e all’armonica.