Louis Armstrong, The Real Ambassador michelone verri blog.jpg
Il grandissimo Satchmo reitera per oltre mezzo secolo il quid del sound nero o afroamericano: è da sempre l’immagine anche politica del jazz statunitense, benché oggi risulti più appannato e meno noto di tanti altri falsi leader musicali. Comunque Armstrong resta il primo e forse l’unico, anche negli anni Sessanta, a saper coniugare arte e spettacolo (alla fine amato più a sinistra che a destra, nonostante i passi falsi commerciali). Grazie al pianista cool Dave Brubeck, Louis è protagonista assieme al trio vocalese Lambert Hendricks & Ross e alla cantante Carmen McRae di questo musical (1962) concepito per il Movimento dei Diritti Civili.

Annunci