Novara: Omaggio a Kent Haruf

 

Atlante storico della letteratura #4

martedì 4 aprile ore 21 | Novara, Circolo dei lettori

Ciclo di appuntamenti in giro per la letteratura del mondo: dagli USA ai paesi nordici, dal western all’autobiografia, un unico viaggio in diverse tappe, fra parole, luoghi e immaginari.
di e con Roberto Manassero

Omaggio a Kent Haruf
con Giacomo Verri, scrittore
La Trilogia della pianura (in Italia edita da NN) dello scrittore americano è un universo narrativo abitato da personaggi capaci di vivere senza gesti eclatanti ma con la dignità della consapevolezza, seguendo i tempi delle stagioni.  L’altra parte del mito, tra minimalismo e dolcezza, letture e visioni.

ilCircolodeiLettori_2012_header_short

Alla Maratona fenogliana

f_02a

“Io non scrivo per competizione (per quanto la sportmanship sia un evidente aspetto del mio carattere), alla radice del mio scrivere c’è una primaria ragione che nessuno conosce all’infuori di me”.
Beppe Fenoglio – Lettere, 1940-1962

Domenica 18 settembre alle ore 15.30 torna l’appuntamento annuale con la lettura fenogliana organizzato dal Comune di Alba, attraverso l’assessorato alla Cultura, ed il Centro studi Beppe Fenoglio onlus.

Come le ultime due edizioni la maratona si ripete nella sua formula ‘itinerante’ in tre tappe unite dal filo rosso della lettura di racconti, lettere e passi di romanzi scelti per narrare la sua città e il suo tempo, così come Fenoglio sapeva vederli. Gli appassionati, i lettori, come sempre protagonisti, daranno voce alle parole fenogliane.

Un pomeriggio per tutti gli appassionati di Beppe Fenoglio per vivere la città attraverso la sua scrittura.

Ad introdurre ognuna delle tappe di maratona saranno tre ‘giovani’ scrittori italiani che racconteranno la loro passione per la letteratura fenogliana: Paolo Di Paolo, Emiliano GUCCI official, Giacomo Verri.

loc

Un percorso in città che diventa appuntamento unico per condividere le emozioni che l’opera dello scrittore genera in chi lo legge.

Il ritrovo è previsto alle ore 15.30 alla Stazione Ferroviaria di Alba.
La linea ferroviaria ha ridisegnato i territori unendo colline, pianure, città e campagna. La stazione è il luogo della partenza e dell’arrivo, una porta sul mondo che Fenoglio, come altri scrittori italiani, utilizza nelle sue narrazioni.

La seconda tappa si svolgerà allo Sferisterio Mermet, tempio italiano del gioco del pallone elastico che si trova in via Enrico Toti, vicino a via Roma. Negli anni d’oro poteva ospitare ottocento spettatori paganti, ma circa mille persone potevano godere dello spettacolo gratuitamente.

La terza ed ultima tappa sarà Casa Fenoglio, in piazza Rossetti, sede del Centro Studi e antica macelleria della famiglia. Nella stanza dove l’autore albese scrisse la maggior parte delle sue opere si possono ammirare le numerose fotografie scattate dall’amico e fotografo Aldo Agnelli e le armi che lo scrittore deteneva durante la guerra partigiana.

Paolo Di Paolo

Nato nel 1983, vive e lavora a Roma. Oltre ai numerosi romanzi, ha pubblicato libri-intervista con scrittori italiani e collabora anche per la televisione e per il teatro; scrive sulle pagine culturali di alcuni quotidiani, tra cui Il Sole 24 Ore e L’Unità.

Emiliano Gucci

Nato a Firenze nel 1975. Scrittore di romanzi, ha pubblicato anche articoli e racconti su quotidiani, riviste e antologie. Collabora attualmente con il Corriere Fiorentino, edizione locale del Corriere della Sera.

Giacomo Verri

Nato nel 1978, vive e lavora come insegnante di lettere a Borgosesia, uno dei centri principali della Valsesia. Collabora alle pagine culturali de “L’Unità”, “Satisfiction”, “Nazione indiana”; è redattore de “La poesia e lo spirito”, e cura la rubrica “Radici e dedali” su “Zibaldoni e altre meraviglie”.

Beppe Fenoglio: uno scrittore in famiglia

Tullio-Pericoli-Beppe-Fenoglio

 

Venerdì 4 marzo, a partire dalle 18, all’interno dei nuovi spazi della libreria di Binaria Book di Torino, Giacomo Verri presenta l’evento Uno scrittore in famiglia, durante il quale converserà con Marisa Fenoglio, sorella di Beppe. Il dibattito sarà intervallato e arricchito da letture curate da Elena Zegna, tratte dal testo di Marisa Fenoglio, Uno scrittore in famiglia. Lettura in musica per voce narrante e pianoforte, e dalla Piccola intervista impossibile a Beppe Fenoglio di Giacomo Verri (da Racconti partigiani, Biblioteca dell’immagine).

Il testo di Uno scrittore in famiglia è tratto da un intervento tenuto da Marisa Fenoglio in occasione del convegno La forza dell’attesa. Beppe Fenoglio 1963-2013, promosso dalla Fondazione Ferrero di Alba nei giorni 15-16 novembre 2013, i cui atti sono in corso di pubblicazione.
Uno scrittore in famiglia è pubblicato nella collana «Altrasocietà» dei «Quaderni di cultura economica, politica e civile» del Centro studi “Piero Calamandrei” di Jesi (www.centropierocalamandrei.it).

Marisa Fenoglio è nata a Alba (CN) e vive a Marburg, in Germania. Scrittrice e drammaturga, si è laureata in Scienze naturali all’Università di Torino e nel 1957, subito dopo il matrimonio, si è trasferita ad Allendorf (oggi Stadtallendorf), piccolo paese della regione Assia in Germania, al seguito del marito. In Germania ha tenuto corsi di italiano nella Volkhochschule di Marburg. Nel 1995 ha esordito nella narrativa con Casa Fenoglio, cronaca famigliare pubblicata da Sellerio. Due anni dopo ha dato alle stampe, sempre per Sellerio, il romanzo autobiografico Vivere altrove, da cui è stato tratto l’omonimo spettacolo teatrale, messo in scena a Berlino nel 2007 e prodotto dalla compagnia Teatro Instabile Berlino. Sono seguiti nel 2002 Mai senza una donna (Sellerio) e nel 2004 Viaggio privato (Araba Fenice). È anche autrice di racconti in lingua tedesca – alcuni dei quali sono stati pubblicati sull’antologia Marburger Almanach (Jonas Verlag, Marburg) – e del dramma radiofonico Helix Pomatia, trasmesso più volte dall’Hessischer Rundfunk (emittente del Land dell’Assia). Del maggio 2012 è la pubblicazione de Il ritorno impossibile presso l’editore Nutrimenti.

Elena Zegna si è laureata con lode in Storia del Teatro presso la Facoltà di Lettere di Torino. Ha frequentato il Corso di recitazione diretto da M. Scaglione, il Corso di dizione e per speakers diretto da I. Bonazzi, il Corso di doppiaggio presso il Centro Teatro Attivo di Milano. Ha realizzato spettacoli teatrali presso Circoli privati e Teatri, tra i quali Teatro Carignano, Teatro Alfieri, Teatro Gobetti, Teatro Nuovo, Teatro Piccolo Regio. Ha lavorato come speaker radiofonica e come doppiatrice presso la Merak Film di Milano. Partecipa come lettrice a premiazioni di concorsi letterari e alla presentazione di libri di narrativa e poesia. Recita come voce narrante in letture – concerto per pianoforte, arpa, flauto e arciliuto.

Torino – Binaria Book, via Sestriere 34

Raccontare la Resistenza

Il GRUPPO ANPI MAGGIORA, il Comune di Maggiora e la Biblioteca Comunale di Maggiora organizzano per venerdì 26 febbraio, alle ore 21, presso la Biblioteca Comunale di Maggiora l’incontro dal titolo: “Raccontare la Resistenza tra storia e letteratura”.

Interverranno
Gli Autori:
Sandro Orsi con Là sul Baranca
Giacomo Verri con Racconti Partigiani
Saluto
Sig. Giuseppe Fasola, sindaco di Maggiora
Sig. Riccardo Fasola, presidente biblioteca comunale di Maggiora
Sig. Alfredo Perazza gruppo A.N.P.I. Maggiora

Alessandro Orsi
è nato a Varallo nel 1949, è cresciuto a Crevacuore, oggi risiede a Borgosesia in provincia di Vercelli. Per 20 anni ha insegnato Letteratura italiana e Storia nelle scuole medie superiori per divenire dal 1993 dirigente scolastico dell’Istituto alberghiero “Pastore”, sede di Varallo e sede “Soldati” di Gattinara. Da poco si è ritirato dalla scuola. Si è da sempre occupato di storia, turismo e conoscenza del territorio valse siano, valorizzato con i suoi saggi e articoli in moltissimi riviste e giornali specializzati. Difensore e promotore dei valori della Resistenza, collabora con l’Istituto storico della Resistenza di Varallo Sesia ed ha scritto innumerevoli libri fra i quali vogliamo ricordare Un paese in guerra, Il nostro sessantotto, Ribelli in montagna; inoltre Splendid Park Hotel, Andare a scuola, Una storia gustosa, Passeggiando nella gastronomia walser. Protagonista con l’artista Daniele Conserva di diversi spettacoli teatrali andati in scena nel nostro territorio.

Giacomo Verri
è nato a Borgosesia il 5 maggio 1978. Laureato in lettere all’Università Studi Piemonte Orientale “Amedeo Avogrado” di Novara. Vive e lavora come insegnante di Lettere a Borgosesia, il centro più importante della Valsesia. Ha collaborato alle pagini culturali de “L’Unità” e ora scrive per “Satisfiction” e “La poesia e lo spirito”; cura la rubrica Radici e Dedali su “Zibaldoni e altre meraviglie”; collabora con l’Istituto per la Storia della Resistenza e della società contemporanea nelle provincie di Biella e Vercelli dedicato a “Cino Moscatelli” di Varallo Sesia. Alcuni suoi racconti e scritti sono apparsi su Nazione Italiana, Nuova Prosa, LibriSenzaCarta, Doppiozero. Nel 2011 con il romanzo Partigiano Inverno edito da Nutrimenti,2012, è stato finalista al Premio Calvino. Racconti partigiani (2015, Biblioteca dell’immagine) è il suo secondo libro.

Guido Michelone protagonista a Vercelli

jazz forever e michelone 3

Lo scrittore vercellese Guido Michelone sarà protagonista di un fine settimana a suon di musica presenziando a due iniziative che attengono direttamente alla sua attività di critico, studioso, docente all’Università Cattolica di Milano e al Conservatorio Vivaldi di Alessandria nelle discipline musicali moderne: il jazz e il rock.
Sabato 2o febbraio, alle ore 18, Elisabetta Perfumo alla Libreria Mondadori presenta l’autore e Jazz Forever, il nuovo libro che Michelone dedica alla storia del sound afroamericano dalle origini a oggi, per le edizioni Melville di Siena.
Domenica alle ore 16.30 al Museo Borgogna per “L’arte si fa sentire” Michelone terrà una conferenza dal titolo L’arte incontra il rock and roll, mostrando e commentando alcune diapositive riguardanti pitture e sculture che hanno immortalato le sonorità giovanili dal 1950 a oggi.
Nei giorni successivi lo scrittore vercellese si dedicherà alla promozione del nuovo testo in uscita, la ristampa aggiornata del suo manuale Il jazz-film, una storia dei rapporti tra cinema e musica afroamericana, che uscirà nelle prestigiose edizioni Arcana di Roma. E quindi Michelone inizierà a organizzare per l’UNESCO l’International Jazz Day a Vercelli con una serie di eventi di ambito artistico-culturale.